Gioco e serietà

Un Ateniese vide Esopo giocare a noci in mezzo a una frotta di ragazzini; si fermò e lo derise come se fosse un demente.

Il vecchio, più adatto al ruolo di derisore che di deriso, non appena se ne accorse, allentò un arco e lo pose in mezzo alla strada:
«Ehi!», disse. «Parlo a te sapientone, spiega il motivo del mio gesto». Accorre gente. Quello si arrovella a lungo e non capisce il perché del problema proposto. Alla fine si arrende.

Allora il saggio, vittorioso:
«Rompi presto l’arco se lo tieni sempre teso, ma se lo tieni allentato, puoi servirtene quando vuoi. Così, di tanto in tanto, devi lasciare svagare la mente, perché torni a te più pronta quando occorre pensare».

EQUILIBRI PEDAGOGICI Ass.ne culturale 

Studio Pedagogico Interdisciplinare REGGIO CALABRIA Via Gebbione, 23/f - “Parco Luna” 

©2018. Associazione Equilibri pedagogici

Piattaforma realizzata da PMopenlab Srls

Email *

Name *

Oggetto

Messaggio

  • White Facebook Icon